Event

Piccolo Festival Mediterraneo
14
Set
2018
16
Set
2018

Piccolo Festival Mediterraneo

  • Location:Padova
  • Venue:Il Chiosco

Arriva a Padova il primo festival di world music interamente dedicato alla musica e cultura del Mediterraneo.

IL PROGRAMMA.

Venerdì 14

SPAZIO LIVE:
ore 21:00 Rachele Andrioli e Rocco Nigro – CONCERTO di musica salentina in bilico tra world music e nuove sensibilità

 

Sabato 15

SPAZIO LIVE:
ore 21:00 Mi Linda Dama – CONCERTO world music mediterranea
ore 22:15 Takadum Orchèstra (in BOX) – CONCERTO world music medterranea

SPAZIO LAB
ore 14:30 Cajon e Palmas flamenco – LABORATORIO di percussioni condotto da Gabriele Gagliarini
ore 17:00 Danza del Ventre – LABORATORIO di danza con Ingrid Nefer Zorini
ore 18:30 Ritmi e percussioni del Mediterraneo – LABORATORIO con Simone Pulvano e Gabriele Gagliarini

 

Domenica 16

SPAZIO LIVE:
ore 16:00 Fior di Velluto – Biagio Mele/Noemi Valzano – CONCERTO di canti e pizziche dal Salento

SPAZIO LAB:
ore 11:00 Pizzica e Tarantelle – LABORATORIO coreografico di danza condotto da Silvia Cagnazzo di TerraSale
ore 14:00 Tamburello Italiano – LABORATORIO di percussioni con il maestro e costruttore Davide Torrente

—————————————————————

Info/iscrizioni Laboratori festival
piccolofestivalmediterraneo@gmail.com
Niccolò 3402418163
Giorgio 3472820820

IL CHIOSCO
📍 Via Ludovico Ariosto 10 a Padova
☎ Info e Prenotazioni: 3342004006 – 0497808349
★ Ingresso riservato ai Soci
▲ TESSERAMENTO ONLINE → bit.ly/soci_ilChiosco

VENERDI 14/9 contributo concerto 5€
◔ Aperto dalle 19:00 inizio live ore 21.00 circa

SABATO 15/9 contributo concerto 5€
◔ Aperto dalle 19:00 inizio live ore 21.00 circa

DOMENICA 16/9 contributo concerto 3€
◔ Aperto dalle 11:00 inizio live ore 16.00 circa

#ilchioscopadova
Is it just a dream?
🌙 bit.ly/isItJustaDream_ilChiosco

—————————————————————-

More info

CONCERTI
Rachele Andrioli (voce e tamburi a cornice) e Rocco N igro ( fisarmonica (venerdì 14 ore 21:00)
Un duo con le radici ben piantate nel Salento – la terra dalla quale provengono Rachele Andrioli e Rocco N igro – ma capace di spingersi oltre il folklore locale per proporre raffinati collegamenti musicali con altre regioni di Sud Italia e con altre culture. Voce, tamburo a cornice e fisarmonica: non serve altro a Rachele e Rocco per raccontare in musica l’identità di un popolo, le tradizioni che si perdono nella notte dei tempi, l’intensa religiosità, l’amore, le gioie e le delusioni del quotidiano. Ospite regolare di importanti festival di musica popolare in tutta Europa, il duo salentino presenta al Piccolo Festival Mediterraneo di Padova il meglio del suo nuovo progetto discografico Maletiempu.

Mi Linda Dama (sabato 15 ore 21:30)
Namritha Nori voce, percussioni
Giulio Gavardi chitarra, saz turco, oud arabo, sax soprano
Niccolò Giuliani cajon, darbouka, tamburi a cornice, piatti, effetti elettronici
ft. Silvia Cagnazzo – danza etnocontemporanea
Mi Linda Dama nasce nel 2015 da tre musicisti con un comune amore per le sonorità e le culture mediterranee. I canti della diaspora sefardita, antichi eppure così attuali nei loro significati carichi di emotività, sono l’occasione per una esplorazione e un ri-arrangiamento della tradizione che non vuole essere una mera ri-proposizione ma fusione, rinascita, innovazione che consenta una riscoperta di un repertorio antico ma dai significati estremamente attuali, essendo nato da una migrazione attraverso tutto il Mediterraneo.

Takadum Orchèstra in BOX (sabato 15 ore 22:30)
Lavinia Mancusi voce, violino
Valeria Villeggia voce, arpa
Alessandro Chimienti chitarra
Gabriele Gagliarini – djembè, darbuka, tamburello, daf
Simone Pulvano – darbuka, tamburello, sagaat, riqq, daf
ft. Fabrizia Celeste Luciani & Ingrid Nefer Zorini – danza orientale
La rinomata Takadum Orchéstra si presenta al Piccolo Festival Mediterraneo in versione quintetto con le voci di Lavina Mancusi e Valeria Villeggia, la chitarra flamenca di Alessandro Chimenti e le percussioni arabe di Gabriele Gagliarini e Simone Pulvano. Il progetto presenta uno spettacolo in cui centrale è l’idea del viaggio, attraverso i canti e le melodie provenienti da ogni angolo del Mediterraneo. I brani tradizionali vengono rivisitati e adattati restando sempre in bilico tra l’amore per il folk e il desiderio di contaminazione.

Fior di Velluto – Biagio Mele/Noemi Valzano (domenica 16 ore 16:00)
Biagio Mele voce, chitarra, organetto.
Noemi Valzano voce, tamburi a cornice
Fior di Velluto presenta a Padova un concerto di canti, di “cunti” e di danze dal Salento. Due voci salentine che raccontano storie, cantano pizziche e stornelli d’amore, di protesta, di sdegno! Due cuori con la stessa passione, quella per la musica della propria terra d’origine.

————————————————-

LABORATORI
Laboratorio di cajon e palmas flamenco (sabato 15 ore 14:30)
Conduce Gabriele Gagliarini
2,5 ore, costo 25 euro, max 10 partecipanti.
Il cajon negli ultimi anni è diventato uno strumento imprescindibile per percussionisti e batteristi, questo laboratorio ci darà l’opportunità di conoscere questo strumento nel contesto del flamenco con uno dei suoi maggiori interpreti ora presenti in Italia: Gabriele Gagliarini.
Durante il corso verrà trattata la tecnica sullo strumento, le ritmiche nel flamenco, cenni sui diversi palos, ritmi in 3 – 4 – 6 – 12 e infine l’uso delle palmas (battito delle mani).
Il laboratorio è adatto a percussionisti, batteristi, musicisti e danzatori che intendono approfondire le ritmiche nei vari palos e il modo migliore per accompagnarli.

La Danza del Ventre (sabato 15 ore 17:00)
Conduce Ingrid Nefer Zorini
1,5 ore, offerta libera
Laboratorio di danza del ventre: l’arte millenaria per riscoprire se stesse e la propria femminilità. Il programma prevede un excursus sulle origini e sulle tradizioni di questa arte fino al moderno concetto di women empowerment. Laboratorio a cura dell’insegnante e performer Ingrid Nefer Zorini dell’associazione Meraki Padova.

Laboratorio di percussioni arabe e ritmi del Mediterraneo (sabato 15 ore 18:30)
Conducono Simone Pulvano e Gabriele Gagliarini
2 ore, costo 20 euro, max 15 partecipanti
Il laboratorio si svilupperà attraverso la conoscenza e l’approfondimento degli strumenti a percussione e delle ritmiche utilizzate nella danza orientale con cenni su tutto il bacino del Mediterraneo attraverso la pratica e le tecniche sugli strumenti sia basiche che avanzate e attraverso un facile metodo di scrittura utile allo studio teorico delle diverse ritmiche. Il laboratorio sarà a livello unico e ad ogni allievo sarà assegnato l’esercizio in base al proprio potenziale. Utile sia a danzatrici, che intendono approfondire la conoscenza dei ritmi arabi, che a musicisti che intendano allargare il proprio bagaglio ritmico.
Strumenti principali: darbouka e tamburi a cornice.

Laboratorio etnocoreografico di pizzica pizzica e altre tarantelle (domenica 16 ore 11:00)
Conduce Silvia Cagnazzo dell’ass. TerraSale
1,5 ore, offerta libera
Laboratorio di danza open level dedicato allo studio dinamico e creativo delle danze tradizionali del sud Italia quali strumenti di espressione corporea finalizzati al ballo di coppia e alla percezione del proprio corpo nello spazio. L’incontro prenderà vita con un riscaldamento corporeo, fisico – emotivo utilizzando musiche tradizionali e non, e proseguirà con lo studio dei passi, del movimento e dell’espressione. Verrà approfondito principalmente lo stile di pizzica pizzica tipica del basso Salento. Laboratorio a cura dell’insegnante e coreografa etnocontemporanea Silvia Cagnazzo del gruppo TerraSale di Padova.

Il tamburello italiano (domenica 16 ore 14:00)
Conduce il maestro Davide Torrente
1,5 ore, costo 15 euro, max 15 partecipanti
Il celebre maestro liutaio e musicista Davide Torrente presenterà il suo laboratorio sulle tecniche del tamburello italiano. Ricercatore, costruttore e sperimentatore, dopo alcuni anni di studio sulle tecniche del tamburello tradizionale delle varie aree geografico/culturali del Sud Italia, elabora un nuovo modo di suonare il tamburo anticipando quello che poi sarà il fenomeno del tamburello italiano moderno. Durante il laboratorio sarà possibile testare e acquistare gli strumenti creati dal maestro, molti dei quali realizzati con metodi e materiali innovativi e non convenzionali.

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.